Rosso come il treno

Il treno è sempre il treno. Parola di Artemio, il ragazzo di campagna al secolo Renato Pozzetto. Ma ci sono treni e treni. Il claustrofobico wagonlit marchiato Orient Express di Agata Christie, il rapido di Cassandra Crossing che corre da Ginevra a Stoccolma con i vagoni blindati per paura di un virus letale e perfino la surreale ma irresistibilmente esilarante locomotiva a vapore di Non ci resta che piangere. E poi c’è il treno rosso delle ferrovie retiche, che da Tirano in Valtellina arriva a Saint – Moritz. È il treno che tutti i bambini sognano di avere nel loro plastico. Non solo perché parte e arriva puntuale, come tradizione elvetica vuole. L’ho scritto qui, e qualcuno ha anche avuto la bontà di pubblicarlo.

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...